Non è estate se non faccio un tuffo nelle acque blu di Ponza. Da quando ho scoperto quest’isola e me ne sono follemente innamorata vivo ogni primavera aspettando il giorno perfetto per andare a Ponza. Il dondolio delle onde, i raggi del sole al tramonto e l’odore di crema solare sono la mia idea di felicità.

Illuminati da una luce che rende il mare un’immensità, la felicità diventa qualcosa di semplice, facilmente raggiungibile. E così, aspettando un’estate che tarda ad arrivare, chiudo gli occhi e immagino il momento in cui finalmente sentirò di nuovo quel profumo di mare, di gelsomini e rosmarino, di sole, di felicità.

Una premessa del genere sarà anche troppo smielata ma vi assicuro che Ponza vi farà questo effetto. Per me è stata una vera sorpresa: non immaginavo che il paradiso potesse trovarsi a poche miglia dalle coste laziali dove passo tutte le mie estati. E avere il paradiso così a portata di mano (o di gommone!) mi fa amare ancora di più ques’isola con le casette tutte colorate e le acque turchesi che non hanno nulla da invidiare ai mari più esotici. Se stai pensando di passare qualche giorno sull’isola di Ponza ecco tutte le informazioni di cui hai bisogno per rendere la tua vacanza indimenticabile.

Come arrivare

Ponza è l’isola più grande dell’arcipelago delle Isole Pontine che comprende anche Palmarola, Gavi, Zannone, Ventotene e Santo Stefano e dista circa 50 miglia dalla costa.  I porti di partenza sono Formia, da dove è possibile raggiungere l’isola tutto l’anno, e Terracina, San Felice Circeo, Anzio e Napoli da cui durante l’estate partono traghetti giornalieri.

Cosa vedere A ponza

La spiaggia più famosa è Chiaia di Luna, una delle spiagge più belle del Mediterraneo con i suoi 500 metri di lunghezza. Dall’isola era raggiungibile attraverso un tunnel di epoca romana scavato nella roccia e lungo 168 metri ma attualmente è chiusa al pubblico. Altra spiaggia molto bella è quella del Frontone, situata di fronte alla baia di Ponza e  raggiungibile attraverso un sentiero tortuoso oppure via mare con un servizio di taxi boat.

Cala Feola è invece il lido più famoso e suggestivo della costa occidentale dell’isola di Ponza, la spiaggia è sabbiosa ed è perfetta per i bambini. Qui vicino troviamo le famose Piscine Naturali meta più desiderata di tutta l’isola, accessibili da Le Forna via terra oppure via mare a bordo di taxi boat. Prima di arrivare al porto potete notare le Grotte di Pilato, una serie di caverne di epoca romana scavate a livello del mare.

Cala dell’Acqua si trova in località Le Forna ed è una caletta completamente rocciosa e sempre assolata fino a poco prima del tramonto. La spiaggia di Cala Felce si trova nella parte nord dell’isola ed è accessibile solo via mare. Capo Bianco si trova subito dopo la baia di Chiaia di Luna ed è caratterizzato da roccia così bianca che non potete confondervi.

I faraglioni di Lucia Rosa, un vero spettacolo della natura, sono tra le mie mete preferite a Ponza e sono raggiungibili solo dal mare. L’Arco Naturale è il simbolo di Ponza, si trova vicino alla spiaggia del Frontone e osservarlo da vicino o passarci sotto con una piccola barca è un’esperienza da fare assolutamente se siete in vacanza sull’isola.

Per gli amanti delle immersioni ci sono diversi siti dove ammirare le meraviglie del mare: lo Scoglio Rosso e le sue colonie di pesci e spugne colorate, gli scogli delle Formiche, il faraglione di Punta della Madonna e l’isolotto di Gavi nelle cui acque ci sono murene e granchi e relitti.

Muoversi a Ponza

Appena arriverete a Ponza noterete subito il gran viavai di scooter, Ape e piccoli furgoncini che fanno su e giù per l’isola. Per muoversi sull’isola vi consiglio di affittare uno scooter o una bicicletta elettrica, la soluzione migliore perché le strade sono strette e molto trafficate d’estate. In alternativa c’è il servizio di trasporto pubblico: se volete vivere un’esperienza indimenticabile salite su un autobus di linea con gli autisti che si muovono disinvolti tra salite ripide, stretti cunicoli e discese mozzafiato.

Qui trovi gli orari del trasporto pubblico. Godersi Ponza fino in fondo significa esplorarla via mare per non perdersi le calette nascoste e le piccole grotte. Per fare questo avete diverse possibilità: noleggiare una piccola imbarcazione in autonomia oppure prenotare una delle tante escursioni per fare un tour dell’isola in poche ore, soluzione perfetta se siete a Ponza solo per un giorno.

 

Dove dormire

A Ponza ci sono soluzioni per tutti i gusti e per tutte le tasche: hotels, B&B, appartamenti o ville affittati da privati o agenzie. Durante l’estate, soprattutto nei weekend, l’isola è presa d’assalto dai turisti e i prezzi sono più alti. I mesi perfetti per visitare questa colorata e ridente isoletta sono maggio, giugno e settembre se il tempo permette. Per farvi un’idea sulla sistemazione più adatta a voi potete dare un’occhiata qui.

_MG_3479_Snapseed

Dove mangiare

Non ci crederete ma a Ponza si può mangiare benissimo spendendo poco. Basta scegliere i ristoranti giusti. La cucina offre il meglio della tradizione mediterranea e ovviamente mangerete pesce freschissimo in tutte le salse. Ci sono dei ristoranti famosi per i loro piatti o per la loro posizione che sono molto buoni ma anche cari come Orestorante, Acqua PazzaGennarino a Mare. Ci sono dei posti più informali e naturalmente più economici dove il pesce è freschissimo e i piatti cucinati con cura. Tra i miei preferiti c’è il ristorante Tutti Noi proprio di fronte alla spiaggia di Sant’Antonio, punto di approdo per piccole imbarcazioni. Per un aperitivo al tramonto suon di musica non dovete perdervi quello del Frontone Village, sulla spiaggia del Frontone. Il gelato migliore lo trovate da Blumarine, una piccola gelateria che si trova lungo la passeggiata che sovrasta il porto.

_MG_3468_Snapseed

 

Write A Comment